© 2019 Chiara Serracchiani   Mob. +39 339 1170906 (anche Whatsapp) - chiara.serracchiani@gmail.com

MC Quadro Snc -01915670978 / CD M5UXCR1

  • Facebook - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle

I BAMBINI

1/22

I bambini sono degli enigmi luminosi.
(Daniel Pennac)

Fotografare i bambini nelle loro diverse fasi evolutive credo, dopo anni di esperienza, che sia uno degli ambiti fotografici più difficili per un fotografo che desidera raccontare la vita nella sua spontaneità e complessità.

Se con i neonati è necessario stabilire un’empatia sensoriale, con i bambini entrano in campo anche la creatività, la fantasia e tutte quelle caratteristiche proprie del bambino che ognuno di noi ha dentro di se e che ci si augura coltivi in ogni fase della vita.

Ecco, quando fotografo i bambini da sei mesi in su, metto in campo la bambina che è in me.
Ai bimbi è inutile chiedere quello che non vogliono fare, soprattutto se desideri ritrarli sereni e a loro agio.
Con i bambini è importante avere voglia di giocare. Seguirli nei mondi che creano grazie alla loro fervida immaginazione o inventarne di nuovi e convincerli a seguirti.
Ci vuole pazienza, infinita pazienza. Perché i bimbi avvertono ogni cosa. Il tono della voce, un’insicurezza, la finzione. Immaginare non vuole affatto dire fingere. Ma creare un mondo che non c’è e farlo vivere secondo regole, anch’esse fantasiose, ma precise. Ecco che allora, i bimbi si sentono sicuri in questo nuovo mondo e si lasciano guidare e fotografare anche se all’inizio non ne avevano gran voglia.

Nelle passeggiate all’aperto, che suggerisco sempre per i bimbi che già camminano con sufficiente sicurezza, di solito intervengo meno, per dare qualche spunto di gioco se capisco che serve e per far si che accettino la mia presenza intorno a loro. Non bisogna dimenticare che stringo tra le mani una grande macchina fotografica, anche se spesso la guarnisco di cose colorate utili ad attirare la loro attenzione quando la chiedo per qualche ritratto.
Immersi nella natura i bambini emanano una luce bellissima, fanno mille espressioni, sorridono di più. E è un’ottimo ambiente per raccontare con verità quei bimbi più timidi che amano starsene di più per conto loro.

Anche per l’ultima parte di questo servizio fotografico chiedo la partecipazione di tutta la famiglia, animaletti compresi. E spesso propongo di farlo a casa o in giardino, comunque in un luogo in cui loro si sentano protetti perché saranno inevitabilmente più spontanei.